sabato 31 dicembre 2011

XVI


Sono veramente silenziosa ultimamente.
Leggo tanto qui,nella blogosfera,ascolto molto quando sono in giro.
Un caffè bollente accompagna questi pensieri,che svaniscono come il vapore che si alza da quella tazza.
...ammazzo il tempo bevendo caffè nero bollente...




Perchè odiare questo povero Capodanno?
E' che si odiano le serate insulse, dove è obbligatorio divertirsi ma nell'aria aleggia la tristezza...
E' solo una serata.
Vi lascio una storia zen che mi piace tanto.
Penso spesso che se riuscissi a realizzare anche solo uno di questi consigli per ogni giorno della mia vita, in modo permanente,mi piacerei di più.
Ecco... non vedrei seduta al computer una ragazza con gli occhiali, curva, in tuta, anche un po' patetica...forse vedrei una donna in gamba.

"Il mio cuore brucia come il fuoco"

Soyen Shaku, il primo insegnante di Zen ad andare in America, disse:

 «Il mio cuore brucia come il fuoco ma i miei occhi sono freddi come ceneri morte».

Egli stabilì le seguenti norme, che mise in pratica ogni giorno della sua vita:

La mattina, prima di vestirti, brucia dell'incenso e medita.
Coricati sempre alla stessa ora. Nutriti a intervalli regolari. Mangia con moderazione e mai a sazietà.
Ricevi un ospite con lo stesso atteggiamento che hai quando sei solo. Da solo, conserva lo stesso atteggiamento che hai nel ricevere ospiti.
Bada a quello che dici, e qualunque cosa tu dica, mettila in pratica.
Quando si presenta un'occasione non lasciartela scappare, ma prima di agire pensaci due volte.
Non rimpiangere il passato. Guarda al futuro.
Abbi l'atteggiamento intrepido di un eroe e il cuore tenero di un bambino.
Non appena vai a letto, dormi come se quello fosse il tuo ultimo sonno. Non appena ti svegli, lascia subito il letto dietro di te come se avessi gettato via un paio di scarpe vecchie.

sabato 24 dicembre 2011

AUGURIO

Una cosa che ho sempre sentito ispirante nel buddismo zen è il tema della purezza.
Vi lascio un passaggio molto carino che leggevo in questi giorni.

Il piccolo Senguikumaru, è in monastero da qualche mese e gli viene dato il nome Shuken,(poi diventerà Shojun,e dopo Ikkyu,piccolo riposo) e parla con il maestro del tempio.
 
Com'era piccolo questo monaco,eppure già così speciale...mi riempie sempre il cuore leggere di lui e della sua vita.
Vabè...è questo il mio augurio di oggi per tutti noi nella vigilia di natale,che  rimane un momento molto bello e familiare.
Che si possa rimanere Shaka.

martedì 13 dicembre 2011

Come il patriarca cinese

I dieci Tori rimangono sempre il mio punto di riferimento preferito.
Più di ogni altro testo mi ispirano e mi incoraggiano.
I disegni meravigliosi che li accompagnano sono così profondamente poetici,e mi trasmettono la passione e il coraggio di cui ho bisogno.

Trovo stupenda e compassionevole l'introduzione di Senzaky e Reps riguardo i dieci Tori.


Possa il lettore
come il patriarca cinese
scoprire le orme del suo io potenziale


Esiste qualcosa di più grande e ispirante di questo augurio?

Nel pascolo di questo mondo, senza quiete, io scosto le erbe alte alla ricerca del toro.
Seguendo fiumi senza nome, perduto lungo l'intreccio dei sentieri di lontane montagne,
Languenti le mie forze, spenta la mia vitalità, non riesco a trovare il toro.
Odo soltanto, per tutta la foresta, frinire di notte le locuste.




domenica 4 dicembre 2011

Se incontri buddha, uccidilo.



Nell'arte del combattimento
l'annientamento del nemico
deve essere l'unica preoccupazione.
Reprimete qualsiasi emozione e compassione
uccidete chiunque vi ostacoli
ancorchè fosse Dio,o Buddha in persona.
Questo è il cuore dell'arte del combattimento.

sabato 26 novembre 2011

XV

Ogni tanto avrei voglia di incrinare quel guscio che mi tiene sempre così lontana da tutti,la parte di me che per discrezione non mostro mai.
Se riuscissi a spaccare quel legno,forse potrei sentirmi libera come quando sono nata?
Esprimere tutto l'amore che ho per ogni cosa.
Sono giorni strani,solitari e speciali questi ultimi.
Qualcosa mi ha riportato alla parte più profonda di me.
Forse è proprio vero che dobbiamo ringraziare tutto ciò che ci accade,perchè può essere un regalo mandato da lontano,anche se all'apparenza non è così bello da vivere.
E questo freddo spietato fa proprio bene al mio spirito stasera.

domenica 20 novembre 2011

Ikkyu e Ken-O

In questo periodo ho molto tempo per me e mi sto rileggendo la biografia di Ikkyu.Non solo trovo che Sakaguchi abbia colto perfettamente lo spirito di ogni personaggio,ma i suoi disegni sono così speciali,pieni di significato,non invadenti.
Quei ciuffetti a spazzola spettinati di Ken-O,la sua schiena goffa e rotonda,mi trasmette la solidità del suo animo,puro,freddo,fermo e duro come una roccia.

 ♪

Ken -O è ammalato,sta per morire,e sono i loro ultimi scambi,sulle montagne al tempio di Saikonji,mentre l'inverno è alle porte.

Ikkyu spesso diceva a Ken-O di praticare zen per purificare il suo spirito,e il maestro chiede:
La discriminazione nasce dal nostro spirito.
Mi capita spesso di pensare alle parole di Ken-O.


Andarsene nel vento che soffia.



Spero di non avervi intristito :)
Anzi,per me è una gioia scoprire queste cose.
Buon proseguimento a tutti.

sabato 12 novembre 2011

L'anima della mia renna




*I miei antenati credevano che ogni cosa in natura avesse un'anima:alberi,uccelli, e animali.
Specialmente le renne.
Hanno vissuto con loro migliaia di anni.
La mia renna è diventata molto importante.
Posso dire che le nostre anime sono molto vicine,o meglio, che talvolta diventano una.
Quando sono in giro,a volte mi fermo,senza un motivo particolare.
Chiudo i miei occhi e mi metto in ascolto.
In questi momenti,sento la mia renna particolarmente vicina.
Cosa avevo detto prima...?
Le nostre anime diventano una.

Si,è così che mi sento.

domenica 6 novembre 2011

Mi cibo di legno



Mi cibo di legno,mi vesto d'erba

ma chiaro ho il cuore come la luna.

Nella vita intera nessun pensiero,nessun limite.

Se qualcuno mi chiede dove vivo:

le verdi montagne,l'acqua blu sono la mia casa.






*non so chi sia l'autore purtroppo.Trascrissi queste parole sul mio manga di Sakaguchi un po' di tempo fa,ma non ricordo da quale fonte. Se qualcuno le riconosce,gentilmente me lo faccia sapere.

lunedì 31 ottobre 2011

XIV

 
Ci sono momenti in questa vita in cui mi sento particolarmente ispirata.
Mi capita di più nei mesi invernali,perchè l'aria è pungente,ma il sole brilla debolmente senza offendere.
Momenti in  cui penso a tutto ciò che esiste in questo istante.
L'autunno è qui, e l'acqua è fredda.

Giuro che un giorno prendo gli stivali,vado dove so io e risalgo il torrente.



giovedì 27 ottobre 2011

XIII



Esistono ancora individui che hanno voglia di comunicare?


Interlocutori con punti di vista distanti e differenti che trovano piacere nello scambio,nello stimolo del pensiero,nell'indagine critica,durante può succedere TALVOLTA di non avere ragione. Ops!
Il sole sorgerà lo stesso,il mondo girerà dalla stessa parte e alla stessa velocità anche se per 1 volta non avrete dimostrato di avere ragione schiacciando chi avete davanti.

Sostenitori del buon dibattito Socratico...

mercoledì 26 ottobre 2011

Mille papaveri rossi


Poeta
Maestro
Guerriero
Uomo
Artista
Fabrizio.

giovedì 20 ottobre 2011

 
E' come una locanda l'essere umano.
Ogni mattina, qualcuno che arriva.

Gioia, tristezza, squallore,
rapidi e fuggevoli si presentano alla coscienza,
visitatori inattesi.

Accoglili di buon grado!
Anche se una folla di afflizioni
irrompe impetuosa nella tua casa
spazzando via ogni arredo,
onora ogni ospite.

Forse ti sta ripulendo
per prepararti a un piacere nuovo.

Pensieri cupi, vergogna, risentimenti:
apri loro la tua porta ridendo,
invitali a entrare.

Ringrazia chiunque si presenti,
perchè è una guida
che ti è stata mandata da lontano.

Gialal al Din Rumi
*Poeta Persiano,fondatore del movimento dei Dervishi Rotanti.

venerdì 16 settembre 2011

XII

Banana sei centinaia di vite avanti a me.
 
 " Socchiudo gli occhi e riconosco il mio mondo. Poi dedico una preghiera a tutte le persone che a un certo punto si sono allontanate da me. Le persone con cui avrei potuto avere un rapporto diverso, e con le quali, invece, per qualche ragione non è andata bene. In questo mondo, a causa delle circostanze in cui li ho incontrati, tra me e loro le cose non hanno funzionato in nessun modo. Ma sento, ne sono certa, che da qualche parte, in un mondo profondo e lontano, su una bellissima riva, ci sorridiamo, ci offriamo gentilezza, e trascorriamo insieme momenti felici. "
Banana Yoshimoto
 
 
Un pensiero speciale a Principessa Yashodara.Grazie.

domenica 11 settembre 2011

11 Settembre 2001,11 Settembre 2011





"Fatti non foste a viver come bruti."

Inferno,Canto XVI







giovedì 11 agosto 2011




 Dilegua l'eco della campana del tempio

persiste la fragranza delicata di fiori

ed è sera.

Matsuo Basho


giovedì 28 luglio 2011

"Mi mescolo alla gente del mondo,e chiunque io guardi diventa illuminato"



Perche' il nostro prossimo e' così aggressivo nei rapporti umani?
Ho sofferto cosi' tanto per questo.





venerdì 17 giugno 2011

Eclissi



Notte di luna rossa sotto il cielo di Milano.

  


Sulla pianura

attraverso il vento

cavallo nero 

luna rossa

la morte mi guarda dalle torri di Cordoba.


Gabriel Garcia Lorca

martedì 14 giugno 2011

X



Mi manca la natura.
Sono così tanti anni che vivo in città e che non sento il profumo degli alberi.
Non so perchè,ma tutte le volte che rivedo la montagna,o un posto come il fiume,mi sento alla fine.In senso positivo.
Sento di potermi finalmente riposare,che non c'è nulla da fare.
Abbandonarmi a quel silenzio.
Respirare,vivere.
Ecco come dovrebbe sentirsi un essere umano sempre.
In contatto.

martedì 7 giugno 2011

Fresche Brezze

Nelle filosofie orientali 
alcuni incontri casuali e non duraturi 
vengono chiamati fresche brezze 

Persone luminose
 che in poche parole e gesti
sanno regalarti un piacere simile al respirare una fresca brezza appunto.


Oggi ne ho incrociate molte.
Le ringrazio silenziosamente,
dedicando loro con affetto queste mie fotografie,
scattate guardando il cielo di ieri,piena di gioia.

giovedì 2 giugno 2011

Sorella Morte



Sorella morte datemi il tempo
di terminare il mio testamento
datemi il tempo di salutare,di riverire,di ringraziare.





mercoledì 25 maggio 2011

IX


Ci sono persone che hanno camminato a fianco a me per un po'.

Oggi mi rendo conto che non ci sono più,e ho l'illusione che ricompaiano da dietro l'angolo,sorridendomi.



Ale,non c'è nessuno.


*photo by me

I fiumi



Scorrendo

mi levigava come un suo sasso

ho tirato su le mie quattro ossa

e me ne sono andato

come un acrobata sull'acqua.



*liberamente tratto da I Fiumi,di
Giuseppe Ungaretti


*photo by me

giovedì 14 aprile 2011

Haiku

Dedico questo haiku a Kat,una mia cara lettrice.





Un essere nato uomo
e un altro nato gatto
camminano insieme,
per la via rugiadosa
Poter rinascere...violetta!


Natsume Soseki









lunedì 21 marzo 2011

Primavera




Sono nata il 21 a Primavera
ma non sapevo che nascere folle
aprire le zolle
potesse scatenar tempesta.

Alda Merini


domenica 13 marzo 2011



Un pensiero silenzioso per chi ha avuto difficoltà in giappone in questi giorni.

Soprattutto ai bambini.
Spero che abbiano vicino adulti capaci di proteggerli e assisterli.

giovedì 10 febbraio 2011

La polvere del mondo




 "Vivere nel mondo e non stringere legami con la polvere del mondo  è la linea di condotta di un vero studente di zen"





Vivere come il fiore del loto,con le radici nel fango,attraverso l'acqua,per poi fiorire.
Questo si,sarebbe bello.




sabato 5 febbraio 2011

I Nihonzaru di Nagano

Da molto tempo volevo ospitare in angolino zen queste fotografie,che ogni tanto mi vado a rivedere...
Un tempo frequentavo alcune ragazze.Mi ero resa conto di essere diversa da loro quando una mi disse: -le scimmie sono animali stupidi.-
Non abbandono le amicizie per parole buttate lì.
Ma ci sono piccole cose che ci allontanano,fino a che la distanza non potrà più essere colmata.

Mi dispiace non poter condividere con loro la meraviglia che provo dentro me,la gratitudine immensa guardando questi esseri che lasciano passare il tempo in queste sorgenti calde a Nagano.




venerdì 7 gennaio 2011

Shikantaza, Hishiryo, Mushotoku

 

Incantevoli questi tre concetti.
Ed io, incantata da essi.

"La meditazione in zazen non è una delle tante tecniche, bensì la pratica del risveglio sorgente di tutte le altre pratiche. Essa è praticata nella più grande semplicità e sobrietà: cioè solamente sedersi e abbandonare ogni altra preoccupazione (shikantaza) con uno spirito che non si attacca a nulla (hishiryo), senza avidità né odio per alcun oggetto (mushotoku)."